Vendite Giudiziarie: Ecco come funziona

Obbligo registrazione

Per partecipare alle vendite on line è obbligatorio e necessario iscriversi ed effettuare il login.
Per registrarsi sarà sufficiente inserire uno user (ovvero la propria mail) ed una password, che costituiranno le credenziali di accesso alla propria area riservata. Nella compilazione del modulo di registrazione l’utente dovrà fornire una mail valida. Su tale indirizzo di posta elettronica sarà infatti inviata una mail di sistema in cui si chiederà di confermare la registrazione.
L'utente dovrà inoltre accettare le "condizioni generali di partecipazione alle vendite telematiche" scaricabili e visionabili nell'apposita sezione.
L'utente, che effettuata la registrazione, è responsabile dei propri codici di accesso che non potrà cedere o divulgare a terzi.
Spetta all utente registrato aggiornare tempestivamente qualsiasi variazione anagrafica.

Versamento cauzione

Oltre la registrazione al portale la partecipazione alle aste è subordinata al versamento della cauzione.
Gli interessati alla partecipazione devono prendere visione dell'importo e delle modalità con cui la cauzione può essere versata. Tali informazioni sono reperibili all'interno di ogni pagina-vendita alla voce "Modalità di pagamento".

Le modalità di versamento del deposito cauzionale possono essere:
Carta di credito, la piattaforma blocca l'importo del deposito cauzionale e dà immediatamente diritto alla partecipazione alla gara; questo importo verrà automaticamente sbloccato e quindi virtualmente restituito al partecipante in caso di mancata aggiudicazione del bene. Lo sblocco dell'importo del deposito cauzionale variano secondo i tempi tecnici del circuito bancario di riferimento e non sono dipendenti dalla nostra volontà.

L'altra modalità di versamento del deposito cauzionale è tramite bonifico bancario, in questo caso, solo in seguito all' avvenuto accredito della somma cauzionale, l'utente sarà abilitato a partecipare alla gara e potrà quindi lasciare la propria offerta di acquisto. Per accellerare il processo di ablitazione l'utente, se sceglie tale modalità di versamento, può segnalare l'esecuzione del bonifico inviando il CRO e l'importo utilizzando l'apposito modulo presente in ciascuna scheda di vendita del bene/lotto.

Va precisato che eventuali costi di restituzione della cauzione sono sempre a carico dell'offerente.
In caso di aggiudicazione l'utente, seguendo le indicazioni ricevute, dovrà procedere al versamento del saldo per potersi aggiudicare ed entrare in possesso del bene messo in vendita tramite l'asta giudiziaria. Il mancato saldo del prezzo nei termini previsti, comporterà la non restituzione della cauzione a titolo di sanzione e si procederà ad un nuovo esperimento di vendita con spese e sotto la responsabilità dell'aggiudicatario inadempiente ex art 540 del Codice di procedura civile.

Restituzione cauzione

La cauzione sarà restituita ai non aggiudicatari, compatibilmente con le tempistiche dei circuiti bancari,e con la medesima modalità con cui è stata versata inizialmente dall'offerente.

Eventuali commissioni saranno a carico dell'offerente.

Altri oneri

Se soddisfatte le condizioni richieste, risulterà aggiudicatario l'utente registrato che abbia effettuato l'offerta più alta e che sarà tenuto al saldo del prezzo nei tempi e modi indicati nelle singole schede dei beni messi in asta.

Oltre al prezzo offerto, i costi derivanti da smontaggio, imballaggio e spedizione saranno da ritenersi a carico dell'aggiudicatario. Nel caso di beni registrati (ad esempio di veicoli) sono anche richieste formalità come ad esempio il trasferimento di proprietà, che è da ritenersi a cura dell'aggiudicatario. Sono a cairco dell'aggiudicatario anche le eventuali spese di custodia del bene non ritirato entro il termine stabilito. Generalmente infatti l'aggiudicatario ha un certo numero di giorni, dall'emissione del provvedimento di aggiudicazione, per ritirare il bene. Superato tale termine la custodia inizierà ad essere a suo carico.

Il pagamento del saldo e di tutte le spese accessorie (comprensive di oneri e tasse) può essere effettuato con le modalità indicate, modaslità che generalmente sono Bonifico, su conto corrente indicato nella pagina-saldo, tramite Carta di credito, con eventuali costi di commissione, e con Assegno circolare, se previsto e dopo aver contattato il gestore della vendita.

La piena proprietà del bene messo in asta si avrà dopo aver effettuato le formalità richieste ed al saldo di tutte le spese comprensive di prezzo, oneri e tasse.Ai fini dell'Art. 1193 Codice Civile è stabilito che qualunque somma versata, compresa la cauzione sarà imputato prima alle spese e poi al prezzo.


Tipologie di Vendite


È la modalità che prevede di effettuare una gara, con rilanci successivi, da svolgersi in un determinato lasso temporale. I rilanci vengono formulati esclusivamente in via telematica. Nel caso in cui pervengano rilanci poco prima del termine previsto di scadenza il sistema provvede a prolungare il tempo della gara.

La gara è avviata nel giorno e all'ora stabiliti e riportati nella pagina-vendita; possono parteciparvi i soggetti abilitati dal referente previa verifica telematica dei requisiti tecnici e formali delle offerte presentate telematicamente e che abbiano versato la cauzione. I rilanci vengono formulati esclusivamente in via telematica con la simultanea connessione del referente della procedura e degli offerenti. Questo tipo di vendita può essere "mista" e quindi prevedere la contemporanea partecipazione sia di offerenti collegati telematicamente che di soggetti presenti in sala innanzi al referente per la vendita.